Materiali

Sistemi di isolamento a cappotto

EPS (polistirene espanso sinterizzato)

L'EPS (polistirene espanso sinterizzato) è un materiale rigido, di peso ridotto, composto da carbonio, idrogeno e per il 98% d'aria. Polistirene e polistirolo sono sinonimi.
Viene realizzato partendo dallo stirene, monomero ricavato dal petrolio e presente anche in alimenti come frumento, fragole, carne, caffè. Attraverso la polimerizzazione dello stirene si ottiene il polistirene. Quest'ultimo, prima di essere espanso, si presenta sotto forma di piccole perle trasparenti. Mettendole a contatto con il pentano, un idrocarburo gassoso, e con vapore acqueo a 90°, il gas si espande facendo rigonfiare le perle fino a 20-50 volte il loro volume iniziale. Si forma così al loro interno una struttura a celle chiuse che trattiene l'aria e conferisce al polistirene le sue eccellenti caratteristiche di isolante termico e ammortizzatore di urti. La sinterizzazione è il processo di saldatura delle perle che, sottoposte nuovamente a vapore acqueo a 110-120°, si uniscono fra loro fino a formare un blocco omogeneo di espanso.
Con il polistirene viene realizzato un numero enorme di manufatti - contraddistinti dalla sigla PS - nei più disparati settori applicativi: domestico, industriale, alimentare. Il polistirolo si è sostituito negli anni ad altri materiali quali il vetro, l'alluminio, il legno, per le sue proprietà meccaniche ed elettriche ed è largamente utilizzato per i sistemi di isolamento in edilizia. In modo particolare esso viene utilizzato per l'isolamento a cappotto con lastre di misura 1000x500 mm. Gli spessori di queste lastre vanno da 3,00 cm. a 30,00cm. Lo spessore è determinato in base alle esigenze di isolamento termico e deciso da persone competenti (termotecnico) dopo attenti esami dell'abitazione che si vuole coibentare.

Le lastre che più si trovano in commercio e solitamente si utilizzano sono le seguenti:

    lastra con bordatura liscia, conduttività termica : 0,035 W/mK
    lastra con bordatura battentata, conduttività termica : 0,035 W/mK
    lastra zigrinata con tagli rompitratta, conduttività termica : 0,035 W/mK
    lastra con grafite, pannello grigio in polistirene espanso sinterizzato con l'aggiunta di grafite tagliata da blocco a bordo liscio con conduttività termica : 0,031 W/mK
    lastra con grafite, pannello grigio in polistirene espanso sinterizzato con l'aggiunta di grafite stampata con battente sui 4 lati con conduttività termica : 0,031 W/mK
    lastra con grafite, pannello grigio in polistirene espanso sinterizzato con l'aggiunta di grafite stampata groffata con tagli rompi tratta con conduttività termica : 0,031 W/mK
    lastra in polistirene espanso sinterizzato stampata goffrata per zoccolatura con conduttività termica : 0,032 W/mK







Ciclo applicativo Sistema a Cappotto EPS



1) Profili di partenza: vengono sistemati, tassellandoli con idonei tasselli alla muratura, per offrire una base di partenza solida e lineare. La quota di partenza del pannello in polistirene (zona zoccolatura) viene realizzata con pannelli estrusi densità 35kg/mc. Nel caso di partenza dal piano di calpestio, bisogna posizionarli almeno 1 cm sopra la quota del piano.



2) I pannelli dovranno essere perfettamente accostati per evitare fughe e di conseguenza il crearsi di ponti termici. L'ancoraggio dei pannelli al supporto deve avvenire dal basso verso l'alto a giunti sfalsati, posizionando il lato più lungo in orizzontale. Il collante a base di calce/cemento verrà steso per cordoli lungo il perimetro del pannello e per punti sulla superficie. Per garantire la corretta adesione del sistema nel tempo bisogna ricorrere a tasselli idonei, a seconda del tipo di supporto. Almeno 6 tasselli per mq.


3) Lungo gli spigoli delle facciate e i contorni delle finestre, dove necessario, saranno applicati mediante incollaggio dei paraspigoli in PVC o alluminio con rete in fibra di vetro preincollata al fine di proteggere gli angoli dagli urti accidentali, prima di eseguire la rasatura.





4) La funzione del rasante è quella di proteggere il pannello isolante dagli agenti atmosferici, urti,abrasioni ed in collaborazione con la rete di armatura deve resistere alle sollecitazioni meccaniche che agiscono sullo strato. Inoltre crea una superficie adatta alla stesura degli strati successivi di finitura. I pannelli isolanti saranno quindi rivestiti con uno strato di malta adesiva rasante a base di calce/cemento dello spessore di circa 5 mm. in cui sarà annegata una rete in fibra di vetro. La posa della rete in fibra di vetro dovrà essere effettuata nello strato di prima rasatura prevedendo la sovrapposizione per almeno 10 cm, e di 15 cm in prossimità degli spigoli, i quali saranno protetti con relativi paraspigoli in PVC con rete premontata.


5) la finitura oltre che a conferire all'aspetto esterno dell'edificio la stessa finitura di quelle tradizionali serve anche, come la rasatura, a proteggere il pacchetto sottostante dalle intemperie e dalle radiazioni solari, e oltre a possedere una buona elasticità alle sollecitazioni meccaniche deve essere sufficientemente permeabile al vapore acqueo. Ci sono diverse finiture con granulometria da 0,7 a 3,0 mm in diversi colori.



Tra esse le più comuni sono: - Rivestimento Acrilico
- Rivestimento ai Silicati
- Rivestimento ai Silossani

Il tutto viene realizzato in funzione dello spessore finito, (granulometria prescelta), previa eventuale stesura di una mano di primer fissativo. Il primet migliora le condizioni di adesione e compatibilità dello strato di finitura con lo strato del rasante già realizzato.














DiQuattro srl

Recapiti ed informazioni

DiQuattro srl
Via Pirandello, 6
24030 MAPELLO (Bg)
Tel 035.4946166
Fax 035.496166

Contatti
Mappa